Skip to content

PARTO CON SORRISO E PARTO INDOLORE. DIFFERENZE E RISCHIO CLINICO

Date

17 Feb 2021

Time

17:30 - 19:00

L'evento è finito

Programma

Comunicato stampa

Documento di sintesi

Rassegna stampa

 

SLIDES

Claudio Crescini, Vice Presidente AOGOI, Professore a.c. Università Cattolica Sacro Cuore Roma, Direttore Scientifico ASST BG Est (Bergamo)

 

La possibilità di partorire evitando la parte dolorosa della procedura va sotto il nome di Parto indolore. Si tratta di una tecnica che fa uso di una anestesia epidurale applicata tramite l’introduzione di un catetere nello spazio epidurale mediante il quale viene iniettata la sostanza anestetica. Questa tecnica di parto può essere indicata come la più efficace per eliminare il Dolore del Travaglio in quanto mantiene nella paziente la percezione delle contrazioni e dei propri movimenti permettendo un parto fisiologico e sicuro. Se eseguita correttamente, la tecnica di anestesia epidurale non ha effetti negativi, anzi ha molti vantaggi: riduce il consumo di ossigeno materno, migliora la perfusione degli organi addominali, pur non alterando il flusso dei grossi vasi, e protegge gli scambi placentari tra madre e figlio. Per questi motivi il parto indolore è stato da tempo introdotto nei LEA, rappresentando un progresso innegabile nelle procedure del parto rassicurando le neo mamme ed evitando l’ansia da travaglio. Purtroppo la diffusione del parto indolore non è omogenea nel territorio nazionale o all’interno delle stesse regioni per motivi per lo più organizzativi. Motore Sanità organizza il webinar in oggetto al fine di delineare le problematiche inerenti al parto indolore ed evidenziare le best practices in essere