Skip to content

SALUTE OLTRE LA CITTÀ soluzioni innovative per la sanità di montagna Le reti tempo-dipendenti

Data

10 Mag 2024

Ora

09:00 - 17:00
  • 00

    giorni

  • 00

    ore

  • 00

    minuti

  • 00

    secondi

Per iscriversi da remoto o in presenza CLICCA QUI

RAZIONALE

Dopo il primo importante appuntamento a Feltre del 19 gennaio scorso, Salute Oltre la Città propone un nuovo incontro per analizzare la gestione della sanità nelle aree montane ed in tutte quelle aree distanti dai centri ospedalieri di eccellenza e dalle principali vie di comunicazione.

Con il termine reti cliniche tempo-dipendenti si definiscono tutte quelle reti assistenziali in cui, al verificarsi dell’evento acuto, il fattore tempo costituisce un elemento determinante per la qualità e l’esito delle cure, in presenza di condizioni ad elevato rischio di mortalità. In queste situazioni è indispensabile adottare un modello di intervento basato sulla realizzazione di percorsi clinico-assistenziali messi in atto da parte dei singoli nodi, grazie ad una valorizzazione delle specifiche competenze La gestione del percorso diagnostico terapeutico del paziente deve essere ottimizzato, definendo esattamente il ruolo che ogni singolo nodo è chiamato a svolgere ed adattando il sistema delle cure ai bisogni dei pazienti. L’obiettivo delle reti tempo-dipendenti è creare un sistema finalizzato al precoce ed idoneo trattamento specialistico del paziente critico.

La Conferenza Stato-Regioni ha approvato nel 2018 il documento “Linee guida per la revisione delle reti cliniche – Le reti cliniche tempo dipendenti” che definisce i requisiti generali che devono essere presenti in tutte le reti per raggiungere omogeneità su tutto il territorio nazionale ed individua gli indicatori di processo.

Dove, tuttavia, si riscontrano situazioni ambientali oggettivamente diverse e dove le peculiarità del “territorio” incidono significativamente sul potenziale di risposta di queste reti, è giusto porsi la domanda di quali strumenti  e percorsi utilizzare per ottenere i migliori risultati di salute e di quali nuove tecnologie e procedure adottare per ottimizzare la presa in carico di questi pazienti.

In questo convegno analizzeremo quali siano gli ostacoli e le possibili soluzioni per ottenere equità nella cura nei nostri territori e come declinare l’organizzazione delle reti per l’ictus, cardiologica, del trauma maggiore e della gestione del neonato e del bambino critico, utilizzando i più moderni strumenti a disposizione.