Skip to content

ONCORETE SHARING & INNOVATION SYSTEM – SICILIA

Date

27 Gen 2021

Time

15:00 - 17:30

L'evento è finito

Programma

Comunicato stampa

Documento di sintesi

Rassegna stampa

 

SLIDES

Vincenzo Adamo, Direttore Oncologia Medica AO “Papardo”, Messina – Coordinatore Rete Oncologica Siciliana

Fabio Cartabellotta, Direttore Unità Operativa Medicina Interna Ospedale Buccheri La Ferla, Palermo

Giuseppe Casablanca, Direttore Chirurgia Toracica Presidio Ospedaliero Papardo, Messina

Alessandra Santoro, Dirigente Unità Operativa di Ematologia ad Indirizzo Oncologico, AO ospedali Riuniti Villa Sofia-Cervello, Palermo

Claudio Zanon, Direttore Scientifico Motore Sanità

 

Le reti oncologiche regionali rappresentano il modello organizzativo ottimale per implementare, razionalizzare, innovare e completare la prevenzione, diagnosi, cura e riabilitazione fisica e psicologica dei pazienti colpiti da tumore. Progressivamente le reti regionali stanno riorganizzandosi verso un modello Hub&Spoke al fine di concentrare le patologie ove lo skill numerico rappresenta un miglioramento della qualità e dell’efficacia del servizio offerto, nonché per ottimizzare l’introduzione dell’innovazione e della sperimentazione di base, traslazionale e clinica. Tale riorganizzazione assicurerà la sostenibilità del sistema, la capillarità e allo stesso tempo la concentrazione dell’offerta, la connessione con la componente socio assistenziale e con la medicina generale, cardini importanti per assicurare la presa in carico globale del paziente. Per raggiungere tali obiettivi è necessario aumentare il livello di comunicazione tra operatori, pazienti ed istituzioni all’interno della rete utilizzando la continua evoluzione della tecnologia nel rispetto delle norme sulla privacy. Nello stesso tempo risulta importante comunicare ai cittadini i risultati raggiunti dalle reti oncologiche al fine di aggiornarli sui progressi medici e sociali raggiunti, nonché per rafforzare la loro fiducia nei confronti della Sanità regionale sia per contrastare atteggiamenti antiscientifici sia per eliminare o ridurre la mobilità passiva. Inoltre mettere a fattore comune le best practices terapeutico/assistenziali, non è solo importante all’interno della rete regionale di appartenenza, ma risulta altresì rilevante a livello nazionale nell’ambito di coordinamenti tra reti oncologiche e centri oncologici che progressivamente si stanno formando. Per tale motivo nasce Oncorete, come rete nazionale delle reti oncologiche regionali al fine di implementare l’alleanza contro il cancro e favorire il raggiungimento degli obiettivi di cui sopra.