Skip to content

CRESCERE CON IL DIABETE Bambini, ragazzi e giovani adulti: dalla scoperta alla gestione del percorso assistenziale

Data

16 Dic 2020
Expired!

Ora

16:30 - 18:30

L'evento è finito

Programma

Comunicato stampa Esperti a confronto: “Nuove terapie, diagnosi tempestiva e efficienti percorsi di cura per combattere il diabete giovanile”

Comunicato stampa Il diabete non può aspettare

Documento di sintesi

Rassegna stampa

 

SLIDES

Paolo Guzzonato, Direzione Scientifica Motore Sanità

 

Esistono diverse forme di diabete che, in misura diversa possono interessare i bambini:
  • Il diabete di Tipo 1, di gran lunga la più prevalente in questa età
  • Il diabete mellito di tipo II, tipico dell'età adulta, ma che ha una frequenza in aumento anche nei bambini;
  • Il MODY (Maturity Onset Diabetes of the Young), forma genetica–familiare;
  • Il diabete secondario ad altre malattie (fibrosi cistica, malattie endocrinologiche, etc.) o legato all'assunzione cronica di terapia cortisonica.
In Italia il diabete di tipo 1 (DT1) ha una incidenza di circa 8 bambini su 100.000, con maggior frequenza nelle femmine (rapporto di 1 a 5). La forma di DT1 forma di diabete necessita della somministrazione di insulina più volte al giorno e di un controllo costante della glicemia. Nuove formulazioni terapeutiche e nuovi strumenti di gestione (infusori per la somministrazione continua d’insulina e sensori per il monitoraggio continuo della glicemia) consentono ora di ottimizzare queste due operazioni e di offrire un controllo del diabete sempre più efficace. Tuttavia, un momento critico è e purtroppo resta la diagnosi. È, infatti, indispensabile che i genitori si rivolgano al pediatra o al medico di famiglia cercando di raccogliere i primi sintomi particolari della malattia. Campanelli di allarme per i genitori sono :
  • Poliuria: aumento della quantità di urine e della frequenza delle minzioni.
  • Polidipsia: sete eccessiva con aumento dell'assunzione di liquidi.
  • Polifagia: fame eccessiva con aumento dell'assunzione di cibo.
  • Dimagrimento.
Così Semplicissimi esami consentiranno molto rapidamente di escludere o confermare il sospetto di diabete e di trattarlo con tempestività. Il ritardo diagnostico può esporre a complicazioni anche molto gravi e che possono essere facilmente evitate. Una buona comunicazione tra PLS e Centri specialistici, unita ad una organizzazione dei percorsi efficiente consente fin da subito un’ottimale presa in carico che limiti fin da subito i danni di questa importante malattia cronica. Con lo scopo di approfondire gli aspetti di innovazione (terapeutica ed organizzativa) necessari all’implementazione degli attuali percorsi di cura, Motore Sanità insieme a Diabete Italia organizzerà questo incontro di approfondimento

 

https://youtu.be/UQhiJI1frGE