Skip to content

Ora locale

  • Fuso orario: America/New_York
  • Data: 08 Lug 2020
  • Ora: 05:00 - 07:00

Prossimo evento

Data

08 Lug 2020
Expired!

Ora

11:00 - 13:00

Costo

Gratuito

ACADEMY NUOVA GOVERNANCE DEL FARMACO E DISPOSITIVI PER LA SOSTENIBILITÀ DEL SSN – 8 Luglio 2020

Programma

Comunicato stampa

Scheda tecnica

Rassegna stampa

 

Secondo l’attuale modello di programmazione delle risorse economiche in sanità, il controllo della spesa farmaceutica complessiva tra acquisti diretti e convenzionati rappresenta una sfida importante per il SSN.
Negli ultimi due anni praticamente tutte le Regioni hanno mancato l’obiettivo del rispetto dei tetti concordati tra le autorità regionali e i Ministeri competenti.
Questo è il chiaro segno che le risorse programmate non sono state sufficienti a coprire i fabbisogni richiesti.
Oramai da tempo quindi si invoca una riforma della governance che, unitamente ad un potenziamento dell’organo competente (AIFA), vada a riformulare strategie ed azioni per una nuova gestione della farmaceutica territoriale ed ospedaliera. Fra gli obiettivi chiave richiesti da tutti gli stakeholders, punto centrale è il superamento del concetto dei silos budget con una revisione conseguente in chiave moderna del concetto dei tetti di spesa. Per fare questo correttamente occorre sì proporre una nuova metodica di valorizzazione dell’innovazione farmacologica, secondo il concetto del value based ma anche creare un sistema efficiente in grado di rivalutarne il valore attraverso la raccolta di real world data.
Secondo questa prospettiva una riorganizzazione dell’ente regolatorio potrà dare maggior efficacia al sistema di attribuzione dei prezzi dei farmaci e sarà fondamentale per arrivare ad una serie di buone proposte che superino i concetti di silos (ad esempio dal delisting del prontuario, alla revisione del payment at result, al bundled payment, all’abolizione della separazione dei tetti, al corresponsabilità sul total cost ownership).
In questa nuova visione si colloca anche la necessità di permettere alla medicina territoriale di ritornare ad essere gestore responsabile di una parte dell’innovazione secondo il principio della continuità terapeutica ospedale/territorio.
Di tutto questo si parlerà negli eventi che verranno organizzati a livello regionale con il coinvolgimento di tutti gli stakeholders e la partecipazione di un ente regolatorio, l’AIFA, possibilmente riformato.