Descrizione evento

L’acronimo deriva dall’inglese Chimeric Antigen Receptor T-cell (cellule CAR-T) che, pur riferendosi letteralmente al nome delle cellule ingegnerizzate, descrive in realtà un complesso procedimento in cui alcune cellule del sistema immunitario vengono prelevate dal paziente, geneticamente modificate in laboratorio per poter riconoscere le cellule tumorali e poi reinfuse nello stesso paziente.

La CAR-T rappresenta l’ultima frontiera nel trattamento di alcuni tipi di leucemie e linfomi, sino ad ora con scarse possibilità di cura e conseguentemente di guarigione, ma si configura come una terapia one shot con un 25% dei pazienti ricoverati in terapia intensiva per il rilascio eccessivo di citochine ed alti costi di trattamento con ricadute importanti sulla sostenibilità dei sistemi sanitari.

Tali innovative terapie in grado quindi di salvare la vita a pazienti inguaribili, obbligheranno gli enti regolatori dell’accesso ai farmaci di stabilire un prezzo compatibile e sistemi di pagamento adeguati ai risultati ottenuti, e le regioni ad individuare i centri di riferimento nei quali poter effettuare le terapie nei pazienti selezionati ed in grado di esservi sottoposti.

Una sfida terapeutica entusiasmante ma problematica: oggetto di questo convegno rivolto ai Direttori Generali e Sanitari, nonchè delle Direzioni Strategiche e dei primariationco-ematologici dei centri coinvolti, oltre ai rappresentanti delle Istituzioni Regionali.

Di tutto questo si parlerà nell’evento organizzato da Motore Sanità il 29 Marzo 2019.

SCHEDA DI ISCRIZIONE

    il/la sottoscritto/a:

  • Privacy

  • INFORMATIVA SULLA PRIVACY
 

Verifica