SALUTE 4.0 I PERCORSI DELL’INNOVAZIONE

Ora locale

  • Fuso orario: America/New_York
  • Data: 10 Giu 2019
  • Ora: 02:00

Prossimo evento

QR Code

Data

10 Giu 2019

Ora

08:00

SALUTE 4.0 I PERCORSI DELL’INNOVAZIONE

Programma

Comunicato Stampa

Dichiarazioni Relatori

Rassegna Stampa

Invito Stampa 1

Invito Stampa 2

SLIDES Interventi del 10 Giugno

Stefano Pastori, Responsabile SS Biochimica Clinica, Ospedale Niguarda Milano

– Silvano Casazza, Direttore Generale ATS Brianza

– Rosaria Iardino, Presidente Fondazione The Bridge

– Matteo Stocco, Direttore Generale ASST Santi Paolo e Carlo, Milano

– Massimo Magi, Segretario Regionale FIMMG Marche, Presidente NUSA Servizi

– Marco Bosio, Direttore Generale ASST Niguarda

– Giorgio Carlo Monti, Segretario Provinciale FIMMG Pavia

– Gabriella A. Levato, Segretario Generale Regionale FIMMG Lombardia

– Davide Lauri, Presidente Cooperativa Medici Milano Centro CMMC

– Dario Beretta, Presidente AIOP Lombardia

– Cloé Dalla Costa, Responsabile SS Dietologia e Nutrizione Clinica, ASL CN2 Alba-Bra 

SLIDES Interventi del 11 Giugno

Emanuela Omodeo Salè, Direttore Farmacia IEO e Referente Nazionale Area Oncologia SIFO

– Silvia Lopiccoli, Vice Presidente Sezione SiTI Lombardia

 

 

La Regione Lombardia si colloca ai primi posti per l’eccellenza del servizio sanitario offerto in condizioni di sostenibilità economica ed innovazione organizzativa.
L’innovazione e la capacità di adeguarsi alle evoluzioni della medicina sono le azioni principali di un work in progress continuativo che colloca la sanità lombarda, come altre regioni del centro-nord, allo stesso livello delle sanità europee di riferimento. Oltre alla rete ospedaliera a valenza nazionale ed internazionale, Regione Lombardia ha recentemente elaborato in accordo con i MMG e il servizio farmaceutico territoriale una riforma sulla presa in carico della cronicità con il coinvolgimento di tutti gli attori del sistema compresi gli ospedali. Tale modello si diversifica da quello Veneto, Emiliano e Toscano che partiti prima hanno integrato le varie realtà territoriali anche tramite l’utilizzo della tecnologia per una presa in carico collettiva e sicura. La sanità nazionale e in primis quella lombarda dovranno incorporare l’evoluzione biologica e tecnologica della medicina, a partire dall’ICT, il cloud e l’intelligenza artificiale, con soluzioni assistenziali all’avanguardia, con parchi e distretti tecnologici dedicati, quali Human Technopole ed il distretto di Mirandola e con crescenti start up che implementeranno offerte innovative volte a semplificare i percorsi di prevenzione e cura del cittadino paziente.
Di tutto questo si parlerà alla due giorni dal titolo “Salute 4.0 – I Percorsi dell’Innovazione” organizzata da Motore Sanità il 10 e l’11 giugno 2019 a Milano.

SESSIONE: I MODELLI SANITARI REGIONALI E LE NUOVE SFIDE ORGANIZZATIVE: FOCUS SULLE TERAPIE GENICHE CAR-T

L’acronimo deriva dall’inglese Chimeric Antigen Receptor T-cell (cellule CAR-T) che, pur riferendosi letteralmente al nome delle cellule ingegnerizzate, descrive in realtà un complesso procedimento in cui alcune cellule del sistema immunitario vengono prelevate dal paziente, geneticamente modificate in laboratorio per poter riconoscere le cellule tumorali e poi re-infuse nello stesso paziente. La CAR-T rappresenta l’ultima frontiera nel trattamento di alcuni tipi di leucemie e linfomi, sino ad ora con scarse possibilità di cura e conseguentemente di guarigione, ma si configura come una terapia one shot con un 25% dei pazienti ricoverati in terapia intensiva per il rilascio eccessivo di citochine ed alti costi di trattamento con ricadute importanti sulla sostenibilità dei sistemi sanitari. Tali innovative terapie in grado quindi di salvare la vita a pazienti inguaribili, obbligheranno gli enti regolatori dell’accesso ai farmaci di stabilire un prezzo compatibile e sistemi di pagamento adeguati ai risultati ottenuti, e le regioni ad individuare i centri di riferimento nei quali poter effettuare le terapie nei pazienti selezionati ed in grado di esservi sottoposti. Una sfida terapeutica entusiasmante ma problematica: oggetto di questo convegno rivolto ai Direttori Generali e Sanitari, nonchè delle Direzioni Strategiche e dei primariati onco-ematologici dei centri coinvolti, oltre ai rappresentanti delle Istituzioni Regionali. Di tutto questo si parlerà nell’evento organizzato da Motore Sanità l’11 Giugno 2019.

 

Comments are closed for this article!